GROTTAMMARE – “In morte di un poeta. L’inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini” è il titolo che annuncia il tema del prossimo incontro in diretta Facebook, organizzato dalla pagina “Esodi residenze digitali” per la Città di Grottammare.

Ospite sarà la giornalista Simona Zecchi, che, grazie al suo minuzioso lavoro di cronista giudiziaria e di inchiesta, ha ricostruito la vicenda della morte del poeta e regista, assassinato nel 1975 al Lido di Ostia, con minuziosa passione nel recente libro “L’inchiesta spezzata di Pier Paolo Pasolini” e nel precedente volume “Pasolini, massacro di un poeta”, che gli valse il Premio Marco Nozza 2016 per il giornalismo investigativo. L’appuntamento è per giovedì 27 maggio alle ore 21. La partecipazione è aperta a tutti e gratuita.

Ne “L’inchiesta spezzata”, l’autrice riprende il filo delle serrate indagini che Pasolini negli ultimi tempi svolgeva sulla strage di Piazza Fontana e sui piani eversivi della destra e, grazie a documenti inediti e nuove testimonianze, ricostruisce l’accerchiamento politico e criminale che ne causò la morte: da quando il poeta, due settimane prima, ricevette un dossier sulla DC – fin qui sconosciuto – la cui pubblicazione avrebbe fatto saltare tutto il Palazzo, fino al crudele massacro dell’Idroscalo di Ostia. . Un lavoro di anni, quello della Zecchi, che alla ricostruzione del come e del chi dell’agguato affianca finalmente la rivelazione del perché.

Durante gli anni 2014-2017 Simona Zecchi si è occupata anche del Caso Moro e alcuni suoi lavori sono stati acquisiti dalla nuova Commissione parlamentare d’inchiesta istituita nel 2014.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.