SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il tema del rispetto della natura sempre al centro dell’azione del gruppo ambientalista presieduto da Roberto Cameli, “Questione Natura”, che ha lanciato nuove importanti iniziative.

Per il terzo anno consecutivo infatti, i volontari hanno rimosso rifiuti e sporcizia della zona Sentina, con il duplice obiettivo di rilanciare il messaggio di sensibilizzazione ambientale e conoscere la storia, gli animali e la vegetazione della Riserva che custodisce preziosi segreti.

Il sodalizio green ha sottolineato in una nota stampa come nell’occasione siano state raccolte più di venti buste di rifiuti e quindici mascherine, rimarcando come in questo periodo di restrizioni e chiusure ci siano stati disagi ma anche la possibilità di riscoprire il nostro territorio e zone meno conosciute ed isolate proprio come la zona verde nella parte sud di San Benedetto del Tronto.

Insieme alla realtà “Marche Rifiuti Zero” di Cristina Farnesi è stata inoltre realizzata anche la pulizia del Parco Alfortville di Porto d’Ascoli dove il tempestivo intervento è stato possibile grazie alla piccola Bianca dell’associazione Natury, che insieme ai suoi giovanissimi amici ha messo alla luce le problematiche di quella zona da dove i rifiuti gettati raggiungono il mare tramite un piccolo canale.

Anche il sindaco Pasqualino Piunti era presente ed ha speso delle buone parole sull’ambiente e sul modello-esempio del porto di San Benedetto sul tema rifiuti, diventato oggetto di studio a livello nazionale. Infine l’associazione ha rivolto un grazie particolare ad Umberto, un signore di 91 anni incontrato durante il cammino e che ha motivato i ragazzi a proseguire nel loro impegno a difesa della natura.

“Questione Natura” tornerà alla Sentina il 20 giugno con “Passeggia-Osserva-Raccogli”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.