SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Grazie al coinvolgimento ed al ruolo attivo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, è partita una coprogettazione finalizzata alla costituzione di un nuovo intervento in rete per l’assistenza domiciliare dei malati oncologici e terminali che vede coinvolte alcune Organizzazioni del Terzo Settore composte da AIL, Bianco Airone, Cooperativa sociale Gea, Iom Ascoli Piceno; per la realizzazione dell’iniziativa in coprogettazione la Fondazione Carisap ha stanziato l’importo di 300 mila euro ed ha attivato un’ampia e condivisa consultazione con i distretti sanitari di Ascoli Piceno e San Benedetto del Tronto dell’Asur Marche Area Vasta n. 5.

L’intervento vuole garantire l’unitarietà della presa in carico del paziente e della famiglia da parte dell’équipe di assistenza, attraverso una figura innovativa – quella del “case manager” – che coordina l’intervento dei diversi professionisti e favorisce il rapporto fra la famiglia, l’équipe domiciliare, l’assistenza domiciliare attivata dai distretti sanitari e i medici che hanno in cura il paziente.

Il progetto infatti persegue due obiettivi: 1. Omogeneizzare gli interventi di assistenza domiciliare sul territorio di competenza della Fondazione; 2. Rafforzare la collaborazione e favorire il raccordo fra le équipe e i servizi (ASUR, ADI, Medici di medicina generale, reparti ospedalieri – UOC, servizi sociali di riferimento) superando la logica della prestazione e focalizzandosi sulla presa in carico della persona e dei suoi familiari rispondendo in modo diretto alla soddisfazione delle necessità delle persone malate.

Il progetto è stato pensato per sopravvivere alla fase sperimentale, in un’ottica di sostenibilità; la valutazione delle attività progettuali è svolta da un team della Fondazione che vede il coinvolgimento di assegnisti di ricerca dell’Università Politecnica delle Marche e di un coordinatore senior di valutazione di impatto, con esperienza consolidata in ambito nazionale ed internazionale.

La rete è composta dalle seguenti Organizzazioni che operano in modo coordinato e con un alto livello di specializzazione:

Lo IOM di Ascoli Piceno svolge assistenza domiciliare gratuita ai malati oncologici e sostegno alle famiglie grazie ad una équipe di professionisti composta da case manager e medico che insieme alla segreteria coordinano fisioterapisti, OSS (Operatori Socio Sanitari), psico-oncologi, volontari domiciliari tra cui un barbiere-parrucchiere e una podologa. L’Associazione mette inoltre a disposizione presidi ospedalieri, che vengono recapitati dai volontari, utili a gestire la quotidianità del malato nella propria abitazione. Segreteria IOM Ascoli Piceno 0736.780849 – 333.1252563

L’AIL Ascoli Piceno è impegnato nell’assistenza dei malati ematologici e delle loro famiglie offrendo loro informazioni, servizi, possibilità di condividere e comprensione. AIL offre un servizio di assistenza domiciliare a favore del paziente emopatico cronico. La Casa di accoglienza AIL è un alloggio gratuito offerto a pazienti onco-ematologici e familiari che provengono da lontano per curarsi presso l’U.O.C. Ematologia dell’Ospedale Mazzoni. Segreteria AIL Ascoli Piceno: 3391311424 – 0736342018

Bianco Airone Onlus mette a disposizione due automobili per il trasporto dei pazienti oncologici dalla loro residenza all’ospedale, clinica privata o altro, e ritorno alla residenza. Al paziente è richiesta la sola spesa del carburante. Tre volontari si alternano nella sede dell’associazione e svolgono, per i pazienti, tutto ciò che i familiari non possono fare, dai rimborsi regionali, all’invalidità, all’esenzione e quant’altro. Informazioni: 342 8460441 (Ornella), 333 5652788 (Fabiana), 389 4688838 (Sabrina)

Cooperativa sociale Gea realizza e promuove progetti sperimentali di assistenza domiciliare pluridisciplinare “Resto a Casa” con la collaborazione di enti pubblici, privati e volontariato. Organizza interventi pubblici per sensibilizzare e informare la cittadinanza sui temi che riguardano l’assistenza socio-sanitaria a malati oncologici. Promuove incontri con le famiglie e operatori interessati per fornire conoscenze specifiche sull’assistenza e sulla relazione con i pazienti oncologici, nell’ottica bio-psico-sociale. Informazioni: 0733.32827 – 351.8780736 (dal lunedì al giovedì 9:00 13:00, venerdì 14:30 18:30)


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.