GROTTAMMARE – Spettacoli vista mare per valorizzare anche i luoghi meno conosciuti della città di Grottammare. E’ tutto pronto per realizzare un “parco arena” nel centro storico di Grottammare: verrà intitolato  al pontefice Sisto V di cui quest’anno  ricorre il quinto centenario della nascita (Grottammare, 13 dicembre 1521 – Roma, 27 agosto 1590). 

Questa mattina, sono partiti i lavori di sistemazione dello spazio che verrà ricavato all’interno di un’ampia area verde incastonata tra le mura del Borgo tra via Cagliata e via Sant’Agostino. 

Un luogo non visibile agli occhi dei passanti, retaggio di una dimensione passata che oggi fa parte della memoria storica cittadina. L’area era parte del Fondo Ottaviani (si estende a sud dell’omonimo palazzo pubblico destinato a edilizia popolare e prossimo alla riqualificazione), confluito nel patrimonio dell’Istituzione Povera Costante Maria, attuale proprietaria. 

Il terreno si caratterizza per i tanti ulivi e aranci presenti negli antichi orti a terrazza tipici del vecchio incasato, misura complessivamente circa un ettaro e dopo i lavori di sistemazione è previsto che possa accogliere 200 posti, nel rispetto delle misure sanitarie vigenti. 

L’arena ospiterà il cartellone degli eventi estivi della città di Grottammare, fino al 15 settembre, data di validità del contratto di comodato gratuito siglato nella mattinata di ieri. 

Dopo il Giardino del Castello e il Bagno della Regina, un altro luogo della tradizione storica locale torna a vivere. 

“Da molti anni – dichiara il sindaco e assessore alla Cultura Enrico Piergallini – la cultura a Grottammare è una scoperta, non solo di autori o linguaggi ma anche, e negli ultimi anni soprattutto, di luoghi segreti, nascosti o dimenticati. Per questo, qualche anno fa rivitalizzammo il Bagno della Regina e il Giardino del Castello. Per questo, nella stagione che ci attende, scopriremo uno dei principali cuori verdi del centro storico grottammarese. Moltissimi ci sono passati accanto negli anni senza accorgersene. Dentro questo perimetro affascinante sembrerà di vivere un’esperienza diversa della città e degli eventi, circondati dagli ulivi, da mura antiche e negli occhi la fuga verso il mare. Questo progetto viene da lontano, da quando cioè già nel suo primo mandato l’ex sindaco Luigi Merli ebbe l’idea di inserire in programma la realizzazione di un’arena per gli spettacoli in questa area verde.  Ricordiamo che si tratta di un parco, che non può avere le comodità di uno spazio costruito appositamente per gli spettacoli. Difetti che comunque sono assolutamente inferiori rispetto al pregio di una nuova e unica esperienza culturale e paesaggistica nella città”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.