GROTTAMMARE – Una ventina di volontari si sono dati appuntamento questa mattina in piazza Kursaal per “Spiagge e fondali puliti”, la campagna di Legambiente che da più di 25 anni coinvolge persone in  tutto il mondo nella cura del territorio costiero e che anche questa volta ha ottenuto l’adesione della città di Grottammare. 

L’iniziativa è stata organizzata in collaborazione con il circolo sambenedettese della onlus ambientalista e il distretto di economia circolare Civico Verde Grottammare. Ai volontari delle due associazioni si sono uniti i ragazzi ospiti dei programmi di accoglienza e integrazione di Casa Lella e Sai “Together” attivi sul territorio comunale. 

Nel mirino, la raccolta di rifiuti plastici che però, nei 6 sacchi riempiti  nell’arco di un paio d’ore, hanno dovuto far posto  anche a cicche di sigaretta, mascherine, assorbenti, tappi di bottiglia, polistirolo, pezzi  di reti e imballaggi di varia natura.

Il problema dei rifiuti in mare rappresenta un fenomeno preoccupante e globale e la campagna di Legambiente è un’occasione imperdibile per coinvolgere adulti e bambini non solo a fare un gesto concreto per il benessere del mare e dei suoi abitanti, ma anche per riflettere su tutto quello che i singoli possono fare per evitare l’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Per ragioni di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria, all’invito dell’Amministrazione comunale questa volta non hanno potuto rispondere le scuole. 

“La città di Grottammare, ed in particolare l’Assessorato alla Sostenibilità ambientale e Salute, è impegnata in prima linea nella tutela della nostra costa e del nostro mare – dichiarano il sindaco Enrico Piergallini e l’assessore Alessandra Biocca -. La campagna di Legambiente rappresenta un’occasione fondamentale per comprendere quanto sia vitale il nostro paesaggio costiero, un patrimonio d’inestimabile valore che appartiene a tutta la comunità, ma che oggi è sempre più a rischio. Per questo appuntamento di rilievo nazionale, abbiamo coinvolto due realtà molto importanti del nostro territorio come la Cooperativa Sociale Casa Lella e  Sai Together, che ringraziamo per la partecipazione attiva e l’evidente passione per il territorio e per l’ambiente che ci circonda”.

“Spiagge e fondali puliti” è una delle iniziative ambientali di riferimento nel programma di cura e tutela ambientale del territorio, che contiene le attività di sensibilizzazione nelle scuole, quelle di miglioramento della raccolta differenziata “Porta a porta”, gli obiettivi di risparmio energetico contenuti nel “Patto dei Sindaci”. Tutte azioni valide e da perseguire costantemente, sia per  il mantenimento della Bandiera Blu Fee, che per il miglioramento continuo della qualità della vita.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.