SAN BENEDETTO – Non so come andrà a finire in queste ore nello studio del notaio Caserta ma una cosa va detta. Dire che il gruppo di Kim Dae Jung è solo interessato allo stadio e magari a lucrarci è un gioco sporco che conferma quanto da me scritto in questi giorni.

Tanto è che mai nessuna dichiarazione è uscita da Acronzio e da altri che stanno portando avanti la causa dell’imprenditore coreano.

Non è così per il semplice fatto, e anche un bambino lo capirebbe, che il progetto sportivo (e il suo successo) non può che essere legato ad altri investimenti, anche per lo stadio perché no, ma dopo l’acquisizione della società. Sono falsità atte a screditare e a cercare di avvantaggiare altri.

Basta con queste informazioni truccate che danneggiano la città non solo nel calcio e nella Sambenedettese in particolare.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.