di Gianluigi Clementi

ANCONA – 334 associazioni sportive dilettantistiche riceveranno i primi contributi per promuovere e sostenere la ripresa della loro attività in relazione all’emergenza sanitaria Covid-19. La somma stanziata è di circa 800 mila euro.

Le beneficiarie del contributo messo a punto dalla Regione Marche sono le società e le associazioni sportive dilettantistiche che hanno subìto ricadute negative a seguito dell’emergenza pandemica. Le risorse allocate complessivamente per questa misura sono 950 mila euro. Prossimamente verrà attivato il procedimento di liquidazione anche per altre società e associazioni sportive, per un totale di circa 400 organizzazioni destinatarie.

Così Giorgia Latini, assessore allo Sport della Regione Marche: “Un segnale di rinascita fisica e morale da parte della Regione per la ripresa dello straordinario mondo dello sport dilettantistico marchigiano. Dopo tanti mesi di sofferenza e restrizioni causati dalla pandemia vogliamo favorire la ripartenza dello sport in ogni sua declinazione e rivolto a tutte le età quale miglior strumento di formazione, aggregazione e benessere psicofisico”.
Prosegue Latini: “Mantenuto un impegno concreto; abbiamo voluto erogare un ristoro economico alle organizzazioni del mondo sportivo marchigiano a fronte della mancata attività, supportando in particolare quante non hanno potuto beneficiare dei contributi riconosciuti dal Governo italiano, anche per il tramite di Sport e Salute SpA e/o dell’Agenzia delle Entrate. Nello stesso tempo vogliamo sostenere la ripartenza, in considerazione dei costi organizzativi affrontati per il rispetto delle linee guida anti Covid”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.