SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il campionato della Sambenedettese è terminato domenica 9 maggio con l’eliminazione al primo turno dei PlayOff di Lega Pro contro il Matelica, sconfitta per 3 a 1.

Annata molto complicata a causa dei problemi societari, ormai ben noti, della gestione dell’ex Patron Domenico Serafino ma i giocatori rossoblu hanno messo in campo tutto il cuore nonostante il mancato pagamento degli stipendi da ottobre, stessa situazione per dipendenti, collaboratori e fornitori.

Una situazione paradossale che però i calciatori hanno cercato di alleggerire per quanto possibile sul rettangolo di gioco portando comunque la Samb al nono posto (complice la penalizzazione Covisoc) e ai PlayOff.

Il capitano rossoblu, Maxi Lopez, ha rilasciato delle dichiarazioni all’ufficio stampa: “Stagione difficile ma la squadra ha dato davvero tutto sul campo. I giocatori, italiani e argentini hanno dimostrato unità nel momento di difficoltà e quest’annata ci ha dato molti insegnamenti e abbiamo visto molta solidarietà, in primis dai tifosi”.

L’attaccante argentino prosegue: “Questa esperienza a San Benedetto mi ha insegnato molte cose, mi ha formato ancora di più come uomo e atleta condividendo il tutto con la mia famiglia e i miei amici. I compagni mi hanno insegnato a lottare come un leone fino alla fine”.

Il centravanti si rivolge, infine, ai tifosi rossoblu: “Ringrazio di cuore, a nome di tutti i compagni, il popolo sambenedettese che ha mostrato la sua vicinanza in tutti i modi possibili. Per il futuro della squadra voglio essere fiducioso e positivo, mi auguro si trovi una soluzione che risolva tutti i problemi e dia sollievo all’intera città di San Benedetto del Tronto”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.