TERAMO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione l’11 maggio, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo. 

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Teramo hanno tratto in arresto in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dalla Corte d’Appello de L’Aquila un uomo di 36 anni originario di Napoli ma domiciliato a Pescara, già noto alle Forze dell’Ordine, all’interno del Centro Commerciale “Gran Sasso” in località Piano d’Accio di Teramo.

Nell’ambito di un servizio di controllo del territorio per la prevenzione dei reati,  una pattuglia dei Carabinieri della Sezione Radiomobile, allertata da una richiesta di intervento pervenuta al numero d’emergenza 112, ha proceduto al controllo di due uomini che si aggiravano con fare sospetto all’interno del centro commerciale. I militari insospettiti dal fatto che i due fossero sprovvisti di documenti, hanno proceduto ad approfonditi controlli sul loro conto, e uno dei due, peraltro  già sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di Pescara ed al divieto di ritorno nel comune di San Giovanni teatino (CH), è risultato destinatario di un’ordinanza cautelare emessa dalla Corte d’appello de L’Aquila, per il reato di rapina impropria.

L’uomo è stato condotto in caserma per accertamenti e dopo le formalità di rito tradotto, in stato di arresto, presso il proprio domicilio e sottoposto agli arresti domiciliari.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.