SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 6 maggio, dalla Questura di Ascoli Piceno.

Nello scorso fine settimana, a seguito di una segnalazione giunta alla sala operativa, la Volante del Commissariato veniva inviata con urgenza per la segnalazione del patito furto presso il punto vendita di una nota catena di prodotti per la casa ed il corpo a San Benedetto.

Sul posto la richiedente, una signora sambenedettese, dichiarava che poco prima, mentre era intenta a confrontare alcuni prodotti, lasciava inavvertitamente incustodita la propria borsa nel carrello.

La vittima resasi conto della dimenticanza, si avvedeva che, in pochissimi istanti, ignoti avevano già trafugato il portafogli contenente documenti e denaro.

Venivano quindi visionati immediatamente dagli operatori della Polizia i filmati del circuito di videosorveglianza, dai quali si poteva verificare effettivamente che una signora italiana aveva asportato con una manovra fulminea dall’interno della borsa, il portafoglio della vittima.

Sempre dall’analisi delle immagini di sorveglianza, si poteva accertare che la donna, a causa del tempestivo intervento della volante, non era riuscita ad allontanarsi dal negozio ed era stata costretta a nascondere il portafoglio dopo averne prelevato il contenuto.

La donna, subito fermata, inizialmente negava le proprie responsabilità ma, di fronte all’evidenza, confessava agli operatori di aver effettivamente sottratto il portafoglio dalla borsa e di averlo poco dopo celato in una corsia del negozio dietro alcune confezioni di prodotti in vendita.

Il portafoglio e gli effetti personali ivi contenuti venivano quindi restituiti alla vittima, mentre la responsabile del furto, pregiudicata di anni 53 residente a San Benedetto del Tronto, veniva deferita alla competente autorità Giudiziaria.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.