SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb è stata dichiarata fallita. E, elemento importante, è stato concesso l’esercizio provvisorio dell’impresa che verrà condotto da Massimiliano Pulcini, Franco Zazzetta e l’avvocato Francesco Voltattorni.

Particolare la scelta dei giudici di affidare l’esercizio provvisorio e di affiancare i due tecnici a un avvocato penalista come Voltattorni, probabilmente la scelta è finalizzata al rilievo potenziale di pesanti implicazioni e risvolti penali attorno alla gestione della Samb.

Da quello che ci è stato riferito, inoltre, i curatori avrebbero ricevuto due manifestazioni di interesse a partecipare all’asta , una dal gruppo facente capo all’ex presidente Samb Moneti e l’altra dal socio coreano di Domenico Serafino Kim Dae Jung, risvolto questo che potrebbe aver portato i giudici a concedere l’esercizio provvisorio, fondamentale per evitare l’immediata revoca dell’affiliazione sportiva della Samb.

Adesso il primo passo sarà stimare il valore della società, operazione che non dovrebbe richiedere molto tempo, forse addirittura pochi giorni, per avviare al più presto la società all’asta per il rilevamento del titolo sportivo.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.