SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si sono riaccesi i riflettori al PalaCurzi di San Benedetto del Tronto, che per la prima gara della seconda fase di campionato di Serie C maschile, girone D, ha ospitato i “campioni di domani”, i ragazzi della “cantera” della Lube Civitanova, neo campione d’Italia, battuti dai rivieraschi della Samb Volley 3 a 1.
Saranno stati forse il blasone della maglia o la indiscutibile fisicità di questi atleti ad intimorire i locali che nella prima frazione assistono quasi inermi alle trame di gioco dei ragazzi di mister Belardinelli; l’impietoso 12-25 fotografa bene l’avvio shock della gara. Indubbiamente efficace la strigliata di coach Netti che bacchetta sonoramente i suoi al cambio campo: i rossoblù rientrano con un piglio differente, tornano incisivi da 9mt e trovano le misure a muro agli avversari; 25-19 il punteggio finale ed il computo dei set torna in parità.
I giovani Lube accusano il colpo anche nel terzo parziale nel quale sale in cattedra “Bomber” Corsi che con il 75% in attacco trascina i suoi nel 25-17 finale. Timido tentativo di reazione ospite nel quarto set subito soffocato dalla veemenza dei sambenedettesi che ora fiutano la vittoria e non vogliono farsela sfuggire.
La potenza di fuoco dei cucinieri è tenuta a bada dal ministro della difesa locale Vallese che raccoglie anche le briciole e lascia poco scampo alla velleità degli ospiti. La diligente regia di capitan Oddi fa il resto e così arrivano 3 importati punti che consentono ai ragazzi del Presidente Bianconi di consolidare la terza piazza in classifica e di fare un bel passo in avanti in chiave play-off promozione.
Poco tempo per i festeggiamenti, è subito ora di preparare l’ostica trasferta in quel di Civitanova contro la Us Volley 79, capolista indiscussa del girone.

Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.