SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domani lo stadio “Euganeo” sarà il palcoscenico dell’ultimo atto di uno dei campionati più incerti, imprevedibili e combattuti degli ultimi anni. (Calcio d’inizio domenica 2 maggio alle ore 15. La partita sarà trasmessa in diretta in chiaro su Rai Sport).

Non solo per la classifica, che vede Perugia e Padova appaiate a 76 punti (con i secondi che oltre a battere la Samb devono anche sperare che giungano buone notizie dal “Lino Turina” di Salò) ma soprattutto per il clima infuocato che si è respirato in settimana fuori dal terreno di gioco, tra polemiche che vanno oltre la pretattica e motivazioni alle stelle per due squadre che, sin dall’inizio della stagione, puntano senza nascondersi alla promozione diretta in Serie B.

Dall’altro lato c’è la Samb, già sicura dei play off pur con i 4 punti di penalizzazione stabiliti in settimana, che onora il campo da mesi dimostrando impegno e dedizione nonostante le note difficoltà dei calciatori rossoblu, ai quali non si può di certo contestare la professionalità (come hanno ricordato alla vigilia il Direttore Tecnico Gianni Improta e capitan Maxi Lopez nel rispondere alle parole del Direttore Generale del Perugia, Gianluca Comotto) per tentare di difendere l’attuale nona casella in graduatoria.

Per quanto concerne la probabile formazione biancoscudata saranno assenti certamente Gasbarro e Cisse, mentre Ronaldo verrà valutato nel corso della rifinitura. Torna a disposizione nel 4-3-3 il centrocampista Mandorlini (figlio di mister Andrea) a cui il giudice sportivo ha ridotto una giornata di squalifica, che potrebbe far coppia sulla mediana con Emil Hallfredsson, classe ’84 che ha un passato in Serie A con le maglie di Hellas Verona e Udinese.

Molte le alternative offensive per il tecnico dei patavini, che oltre a Biasci (autore a Carpi di una delle sue migliori prestazioni) e a Jelenic, match winner della sfida d’andata al “Riviera”, riavrà a disposizione anche il centravanti Francesco Nicastro. Possibile chance da titolare anche per Paponi, che dopo una stagione travagliata in cui è spesso stato fermo ai box per infortunio, vuole ritrovare continuità e minuti nelle gambe per farsi trovare pronto anche in ottica di eventuali play off.

In primo piano il video, diffuso dal Padova Calcio, con le dichiarazioni di Andrea Mandorlini, mister dei biancoscudati: “Nel calcio può succedere di tutto, noi dobbiamo fare bene”.

I PRECEDENTI Sono 11 i precedenti in gare ufficiali della Samb in casa del Padova (in campionato 7 vittorie biancorosse, 3 pareggi e 1 vittoria rossoblu). L’ultima volta che i rossoblu hanno calcato il manto erboso dell’ “Euganeo”, fu proprio in occasione della sfida valida per il 1° turno PlayOff del 30 giugno 2020, ovvero la prima partita ufficiale della gestione Serafino, con quello 0-0 che aveva il sapore di una buona base di partenza e che sancì il passaggio al turno successivo dei patavini, meglio classificati.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.