SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 27 aprile, dalla Questura di Ascoli Piceno.

In data 22 aprile personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di San Benedetto del Tronto, a seguito dell’attività d’indagine scaturita da una denuncia presentata dalla persona offesa, provvedeva a deferire in stato di libertà per il reato di truffa in concorso un cittadino italiano e un cittadino extracomunitario residente a Roma, entrambi pluripregiudicati.

Nella circostanza il denunciante pubblicava sul noto portale Subito.it, un annuncio di vendita relativo a un divano letto e un letto per un costo di 200 euro. Nella stessa giornata veniva contattato telefonicamente da un utenza mobile da un uomo interessato all’acquisto dei letti. L’interlocutore riferiva di  voler acquistare entrambi i pezzi  messi in vendita, invitando la vittima a recarsi presso uno sportello Atm delle Poste Italiane, ove, dopo aver inserito il bancomat, avrebbe ricevuto la somma pattuita di 200 euro. Fatto sta che, durante l’operazione, effettuata su indicazioni  sempre con comunicazioni dal cellulare dell’uomo, il malfattore, mediante artifizi e raggiri, abilmente convinceva il malcapitato ad eseguire una operazione sullo sportello bancomat dell’Ufficio Postale di via Curzi a San Benedetto del Tronto, che ha comportato una ricarica su di  una carta PostePay Evolution di 200 euro del truffatore. Una volta effettuata la ricarica a sua insaputa, la parte offesa non riceveva il promesso pagamento dal presunto acquirente.

Sempre più sono le truffe sul territorio nazionale che si registrano con queste modalità. La Polizia di Stato raccomanda ai cittadini di diffidare da tali tipi di richieste chiamando per ogni dubbio o consiglio il numero di emergenza 112 che fornirà i necessari chiarimenti dando indicazione su come comportarsi.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.