ALBA ADRIATICA – Di seguito un comunicato stampa, giunto in redazione il 26 aprile, dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo.

Si è conclusa con l’arresto di una ragazza incensurata di 21 anni, l’operazione dei Carabinieri del Nucleo Investigativo di Teramo che, nel tardo pomeriggio di venerdì scorso, dopo un lunghissimo pedinamento, hanno fermato la giovane presso la stazione ferroviaria di Alba Adriatica.

La ragazza, originaria di Santo Domingo ma residente in provincia di Ascoli Piceno, è stata arrestata in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, venendo rinvenuta nella borsa che portava con se circa 500 grammi di cocaina pura, occultata dentro un pacchetto regalo.

La giovane era stata notata aggirarsi venerdì 23 aprile nel pomeriggio nei pressi della stazione ferroviaria di Alba Adriatica in compagnia di connazionali già noti alle Forze di Polizia per precedenti specifici di spaccio di sostanze stupefacenti, oggetto di attenzione del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Teramo. Si attivava subito un servizio a distanza di osservazione e pedinamento per cercare di capire il motivo di quella presenza in zona.

Avuta la certezza dai suoi comportamenti che potesse trasportare dello stupefacente, mentre la giovane stava per salire sul treno diretto a San Benedetto del Tronto, i militari la bloccavano ed identificavano, dominicana ed attualmente residente in Provincia di Ascoli Piceno e di fatto non aveva alcuna valida motivazione per trovarsi fuori Regione, alla luce delle norme anti-Covid vigenti.

Lei si giustificava dicendo che doveva portare un regalo di compleanno ad una non meglio specificata connazionale sua parente, palesando imbarazzo e crescente nervosismo tanto da indurre i militari a sottoporla a perquisizione personale, e proprio controllando un pacchetto regalo che la giovane aveva con sè all’interno della sua ampia borsa che rinvenivano quasi mezzo kilogrammo di cocaina purissima confezionata sottovuoto, per un valore stimato all’ingrosso di oltre 25 mila euro.

La ragazza è quindi stata tratta in arresto e dopo la convalida dell’arresto è stata sottoposta ai domiciliari.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.