SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Abbiamo fatto un viaggio nel tempo tra musica, sentimenti, ricordi e avventure indimenticabili, insieme al dj più eclettico del territorio Giovanni D’Angelo, conosciuto ai più con il suo pseudonimo Gianni Schiuma.

La scrittura è un sogno che Gianni coltiva da quando era piccolo, da quando si appuntava nel diario le azioni salienti della sua sua squadra del cuore, la Samb. Dopo svariati decenni è riuscito finalmente a portare a termine questo libro, una sorta di macchina del tempo, grazie alla quale il lettore è in grado di catapultarsi da un’epoca all’altra; a volte rivivendo la propria giovinezza, a volte scoprendo un mondo che non conosceva affatto.

L’amore viene raccontato da Gianni come qualcosa di universale e costante, quello per una donna, per la famiglia, per la musica, per i suoi amici, per la squadra del cuore, per la religione e molto altro. Decine e decine di locali in cui ha lavorato, milioni di persone incontrate e a ciascuno di loro Gianni ha voluto trasmettere questo sentimento.

La musica è presente in Schiuma, anche se non la si ascolta realmente, essa è impressa come una colonna sonora in ogni pagina e fa da sottofondo alla lettura capitolo dopo capitolo.

Il libro vuole inoltre essere suggestivo, una commistione volutamente architettata tra elementi realmente vissuti e racconti frutto dell’immaginazione dell’autore. Lo scopo è sempre quello di donare un po’ di quelle senzazioni vissute nel tempo da Gianni Schiuma anche a chi sta leggendo questo libro, dando la piacevole illusione che realtà e fantasia a volte possono confondersi.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.