SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La città di Ascoli si è trasformata, per oltre un mese in un grande set per il film del regista Giuseppe Piccioni L’ombra del giorno”, prodotto dalla Lebowski Srl con protagonisti e produttore Riccardo Scamarcio e Benedetta Porcaroli.Il film narra di una storia d’amore all’epoca del fascismo, nel periodo degli anni Trenta in cui il regime di Benito Mussolini promulgò le leggi razziali (1938-1939) e successivamente entrò nel grande conflitto.

Numerose sono state le ambientazioni nell’ascolano, dallo storico Caffè Meletti in piazza del popolo, alla splendida abitazione anni Trenta nel centro storico fino alla Riserva Naturale della Sentina per le scene finali.

Le riprese, iniziate il 15 marzo giungeranno al termine questa settimana, con protagonista la Riserva Naturale della Sentina, la più piccola area protetta marchigiana ma con una grande valenza ambientale, un paesaggio di acqua e sabbia che si sviluppa per circa 180 ettari gestito dal Comune di San Benedetto del Tronto, tra l’abitato di Porto d’Ascoli a Nord e il fiume Tronto a Sud. Scelta proprio per le sue peculiarità per una scena girata alle prime luci del giorno.

Di seguito una nota della Partners in Service Srls

Da sempre la città di San Benedetto del Tronto riveste un ruolo primario in Adriatico, per la sua lunga storia marinaro-peschereccia e anche perché sorge proprio al centro della costa occidentale del nostro Mare.

Fondamentale il coinvolgimento del Consorzio Nuovo Porto, Presieduto da Barbara Zambuchini, che ha supportato la produzione nei giorni precedenti, fungendo da collante tra la realtà della piccola pesca, il Circolo Nautico Sambenedettese e tutta la macchina amministrativa al fine di contribuire alla promozione del territorio. 

Si ringrazia il Co.Ge.Pa. di San Benedetto del Tronto (Consorzio di Indirizzo, Coordinamento e Gestione tra Imprese della Piccola Pesca Artigiana), con la partecipazione dell’Associazione Accademia della Cultura e del Turismo Sostenibile.

“I film oltre che cultura sono promozione turistica – interviene l’Assessore Giorgia Latini – le Marche sono ricche di luoghi fantastici, accoglienti, a misura d’uomo e attraverso la produzione di film possiamo rilanciarli. Dobbiamo accompagnare i nostri registi per farli crescere, come è accaduto per il regista Piccioni”.

Si ringraziano inoltre il Comandante C.F. (CP) Marco Mancini e il Comandante T.V. (CP) Nicola Pontillo della Capitaneria di San Benedetto del Tronto, che hanno presidiato lo specchio di mare antecedente al set di riprese cinematografiche nella parte a sud della Riserva Naturale Sentina.

Si ringraziano il Comune di san Benedetto del Tronto e il direttore della Riserva Naturale Sentina.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.