SAN BENEDETTO DEL TRONTO –”Preso atto dell’inutile decorso del termine concesso per l’adempimento, e del permanere del comportamento inadempiente del concessionario in relazione alle condizioni contrattuali e all’intervento per il rifacimento del manto erboso dello stadio Riviera delle Palme“. Queste le motivazioni dell’iniziativa di revoca contenute nella nota recapitata dal Comune di San Benedetto del Tronto alla Samb Calcio srl. Documento che Niko Sarris – l’agronomo di origine greca socio della Powergrass che a fine estate 2020 ha rifatto il manto erboso dello stadio su incarico di Domenico Serafino, conosce perché, a suo dire, se l’è fatto girare.

Intervistato dal direttore di Riviera Oggi, Nazzareno Perotti, [link] lo stesso Sarris così ha commentato la mail che ha letto dallo schermo del suo Pc: “In questi termini sembra di capire che siccome Serafino ha rifatto il campo, ora il Comune gli toglie la concessione”.

Dunque ora la questione societaria della Samb, in attesa dell’udienza fallimentare fissata per la mattina di giovedì 15 aprile presso il Tribunale di Ascoli Piceno, minaccia di travolgere come una slavina anche i rapporti tra il Comune di San Benedetto, proprietario dello Stadio “Riviera delle Palme”, e la Samb Calcio affidataria della concessione. “Chiederemo al nuovo concessionario – che in questo caso è lo stesso Comune – il saldo delle fatture”, aggiunge Sarris.

Pertanto il nuovo manto erboso realizzato dalla Powergrass – come sembra, in assenza di una fidejussione che avrebbe dovuto presentare lo stesso Serafino al Comune e con un debito ancora da saldare di oltre 400 mila euro – rischia di finire nel conto dei pagamenti a carico del Comune. Perché, sempre secondo Sarris, “se la Samb ha usato lo Stadio per 5 mesi, dovrà pagare per quei 5 mesi; il resto spetterà invece al Comune”. Insomma una mossa– questa frettolosa revoca della concessione – che paradossalmente potrebbe aggravare la posizione dell’amministrazione comunale.

C’è poi un ultimo dettaglio niente affatto trascurabile. In conseguenza della revoca della concessione, fra qualche giorno la Samb dovrà consegnare al Comune le chiavi dell’impianto, mentre un custode sarà incaricato di vigilare sugli ingressi.
A questo punto sorge spontaneo un interrogativo: domenica 25 aprile, alle ore 20:30, è in programma la penultima partita di campionato (ultima in casa)  Samb -Feralpi Salò. Stando così le cose, come e dove verrà giocata?


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.