FERMO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato stampa, giunto in redazione il 12 aprile, dalla Questura di Fermo.

Anche nel fine settimana appena trascorso sono proseguiti, senza tregua, i controlli disposti dal Questore con la partecipazione di tutte le Forze di polizia e delle Polizie Locali nei comuni della costa fermana per la prevenzione dei reati, per la sicurezza dei cittadini e per la verifica del rispetto delle disposizioni a contrasto della diffusione della pandemia.

La sinergia operativa tra le pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Capitaneria di Porto e delle Polizie Locali di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio ha consentito di garantire il presidio dei Comuni del litorale, identificare più di 300 persone, soprattutto appiedate e controllate nei luoghi di aggregazione spontanea della costa, sottoporre ad accertamento 150 veicoli.

55 le attività commerciali controllate, nei confronti delle quali non sono state rilevate irregolarità.

Numerose, tuttavia, le sanzioni irrogate dalla Polizia di Stato per la violazione delle disposizioni anti-Covid 19 nel corso degli straordinari servizi disposti dal Questore della provincia di Fermo.

In un gruppo di ragazzi, sei giovani che non utilizzavano o non avevano al seguito i dispositivi di protezione sono stati identificati in un’area pubblica di Porto Sant’Elpidio e sanzionati per la relativa mancanza.

A Porto San Giorgio, nei pressi di Piazza Bambinopoli, a seguito di intervento per una segnalata rissa tra alcuni giovani italiani e stranieri, sulla quale sono ancora in corso accertamenti, sono stati identificati cinque ventenni residenti in altro Comune, alcuni dei quali già noti alle Forze dell’ordine per precedenti di polizia, i quali, senza alcun giustificato motivo si erano portati nel Comune sangiorgese. I cinque sono stati sanzionati per la violazione del divieto di spostamento, la maggior parte dei quali con sanzione raddoppiata per la recidiva specifica.

Altre sanzioni amministrative elevate nei confronti di un uomo residente in un’altra regione, identificato a bordo della propria autovettura poco prima delle 23. La persona, che non aveva alcuna delle cause di giustificazione per le violazioni contestategli, è stato sanzionato per l’inottemperanza al “coprifuoco”, al divieto di spostamento dal comune di residenza con l’aggravante dell’uso del veicolo.

Tre giovani non conviventi identificati verso le 22 a bordo di un’auto, sono stati sanzionati per il mancato uso delle mascherine di protezione, per la violazione del distanziamento interpersonale, con multa aumentata in quanto il comportamento illegittimo è stato commesso mediante l’utilizzo di un veicolo.

Altri due ventenni non conviventi residenti a Fermo, identificati a Porto San Giorgio a bordo di una autovettura, hanno dichiarato di essersi recati sul litorale per pranzare. Sono stati sanzionati per la violazione del divieto di spostamento dal Comune di residenza, senza giustificato motivo e per gli altri comportamenti illegittimi previsti dalle norme.

La Volante, alle 23.30 circa, ha proceduto al controllo di una autovettura con a bordo tre giovani ventenni, due dei quali di Porto Sant’Elpidio ed uno proveniente dal maceratese i quali, in base alle loro dichiarazioni, stavano rientrando da una festa con amici.

Il controllo più approfondito ha consentito di trovare addosso ad uno dei ragazzi, il conducente, una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish, detenuta per uso personale, mentre nella tasca dei pantaloni di un altro, una dose di cocaina che il giovane ha ammesso di consumare saltuariamente. Le due dosi di droga sono state sequestrate ed i possessori segnalati alla Prefettura, anche per quanto concerne la sospensione della patente di guida.

Tutti e tre gli occupanti sono stati sanzionati per la violazione del divieto di spostamento senza giustificato motivo dopo le ore 22 e per le altre violazioni previste, con multa aumentata; inoltre, l’autista, il quale non aveva al seguito la patente di guida, della quale è risultato comunque in possesso, è stato sanzionato anche ai sensi della specifica violazione delle disposizioni del Codice della strada.

Ulteriori tre sanzioni amministrative per la violazione delle norme a contrasto della diffusione dell’epidemia elevate a carico di due donne ed un uomo identificati dalla Volante a bordo di un camper.

Gli occupanti, provenienti da altra regione, hanno ammesso di non aver alcun giustificato motivo per la loro presenza a Porto San Giorgio e sono stati pertanto sanzionati per l’inottemperanza al divieto di spostamento da un comune diverso da quello di residenza con multa raddoppiata per la recidiva specifica e aumentata per aver commesso la violazione a bordo di un veicolo.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.