ROSETO DEGLI ABRUZZI – “Nelle prime ore di questa mattina un uomo di Roseto degli Abruzzi residente in località Santa Petronilla, mentre lavorava la terra del proprio giardino, ha rinvenuto un oggetto che da subito gli è apparso come un ordigno”.

Così in una nota diffusa il 6 aprile dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Teramo: “Ha quindi chiamato i Carabinieri della locale Stazione che sono immediatamente intervenuti sul posto unitamente ai colleghi della Compagnia di Giulianova, che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area dove si trovava l’ordigno, una bomba a mano modello Srcm35 del secondo conflitto bellico mondiale”.

Nel comunicato si legge: “L’ordigno si trovava casualmente sotterrato in quel luogo ed è venuto alla luce durante i lavori di aratura che il proprietario del terreno stava effettuando questa mattina. Dopo qualche ora sono giunti sul posto gli uomini della Squadra Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale Carabinieri di Chieti, che lo hanno fatto brillare in sicurezza”.

“Le operazioni sono terminate alle 13.30 odierne. L’Autorità Giudiziaria è stata informata dalla Stazione Carabinieri di Roseto degli Abruzzi” concludono dal Comando abruzzese.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.