MONTEPRANDONE – Sul ring allestito presso il Palasport Colle Gioioso di Monteprandone Nadia Flalhi, allenata dal coach Roberto Ruffini della Ruffini Team ha dato un’ottima impressione per l’ingresso nel pugilato professionista vincendo contro l’esperta calabrese Angela Cannizzaro.

Dopo un paio di riprese di studio e di dovuta deferenza alla campionessa del mondo Cannizzaro, categoria pesi supergallo UBC, l’esordiente Nadia Flalhi ha iniziato ad emergere attaccando con jab e diretti al volto dell’avversaria. In possesso di un allungo maggiore, Flalhi molto più alta della campionessa Cannizzaro, ha potuto andare a segno con maggior frequenza tenendo a dovuta distanza l’avversaria.

Inefficaci i vari ganci sferrati dalla calabrese che, anzi, dalla terza ripresa ha iniziato a lamentare un ematoma all’arcata sopraccigliare destra provocato da un poderoso diretto sinistro ricevuto.  La quarta ripresa è interamente dell’ascolana Flalhi che, molto più sicura e mobile, riesce a sferrare un gancio d’incontro mandando a terra la Cannizzaro. Dopo il conteggio, l’affondo continuo della marchigiana che viene interrotto solo dal gong. Nel corso dell’intervallo, dall’angolo della Cannizzaro il suo secondo chiede l’intervento medico per l’ematoma che si sta sempre più gonfiando all’occhio destro ed il sanitario decide per lo stop definitivo dell’incontro.

Vittoria indiscussa per KOTC di Nadia Flalhi che insieme al suo coach Roberto Ruffini ha potuto festeggiare solo con il suo team poiché l’evento si è disputato ancora una volta in assenza di pubblico a causa delle ben note restrizioni sanitarie.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.