ACQUAVIVA PICENA – “Premesso che questa amministrazione continuerà a sostenere il progetto Omphalos, perché è importante per le famiglie dei bambini con disturbo dello spettro autistico, non possiamo non rilevare e stigmatizzare quanto accaduto nella giornata di ieri, 2 aprile”.

Si apre così la nota diffusa il 3 aprile dal sindaco di Acquaviva Picena, Pierpaolo Rosetti: “Due rappresentanti della Regione Marche, l’Assessore Saltamartini e l’Assessore Latini e l’Onorevole Lucentini, oltre ad un Consigliere di Grottammare in visita presso il centro Omphalos a parlare dell’autismo, dell’importanza di sostenere le famiglie, della necessità di cambiare la legge senza nemmeno chiamare Sindaco e rappresentante della amministrazione del Comune di Acquaviva Picena”.

“Il centro si trova in un bellissimo palazzo di proprietà comunale per il quale l’associazione contribuisce in parte ai consumi, in quanto è stata sempre volontà dell’amministrazione di gravare il meno possibile sulle spalle delle famiglie – si legge nella nota del primo cittadino – Un centro che nasce nel 2014, ben 7 anni fa, di fronte ad una proposta dell’associazione, che l’amministrazione ha subito sposato”.

Rosetti conclude: “Le cose concrete a sostegno delle famiglie fino ad oggi le ha fatte questa amministrazione. Inaccettabile che si cerchi di mettere la bandierina politica, sia perché su questi temi l’unico colore è il blu, sia perché ancora non è stato fatto nulla per potersi attribuire meriti”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.