SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il verdetto dei calciatori, che hanno deciso di scendere in campo nonostante il mancato pagamento degli stipendi, Maxi Lopez e compagni affronteranno il Matelica nel lunch match della 34esima giornata, in programma sabato presso lo stadio “Helvia Recina” alle ore 12:30.

Il Matelica, nella scorsa giornata, ha rimediato un secco 3-0 al “Barbetti” contro il Gubbio. Ragazzi di mister Colavitto che hanno pagato cara qualche disattenzione tattica di troppo, come quella del secondo gol subito a pochi istanti dal termine della prima frazione di gioco, in cui una palla persa sulla trequarti avversaria si è tramutata nel contropiede vincente eugubino.

Nonostante la sconfitta, il sogno play off non è certo ridimensionato, i biancorossi si trovano tutt’ora al settimo posto e sono ancora la prima delle marchigiane in classifica, pur essendo alla prima partecipazione nella terza categoria.

“Vietato lasciarsi condizionare dal difficile momento societario della Samb – ha dichiarato fermamente mister Colavitto al termine della seduta mattutina – è una squadra con un altissimo tasso tecnico ed ha calciatori che hanno dimostrato grande professionalità, non lasciandosi condizionare da ciò che accade fuori dal rettangolo di gioco. Ci aspetterà un derby molto ostico”.

I biancorossi sono il quarto miglior attacco del girone B (meglio fanno solo Padova, Sudtirol e Perugia, ovvero le prime tre della classe) con 54 gol messi a segno. D’altro canto però lasciano parecchi spazi in zona difensiva, che sono costati 56 reti subite, le stesse dell’Arezzo, in 33 partite (sono l’unica squadra tra le prime 12 in classifica ad avere la differenza reti in negativo, -2).

Da tenere particolarmente d’occhio sarà l’ex della partita, Emilio Volpicelli, che l’anno scorso ha vestito la maglia rossoblu per 26 volte in stagione segnando solo 3 reti. Sembra invece aver ritrovato il feeling con la porta quest’anno. Sono infatti 12 le marcature messe a segno dall’esterno mancino classe ‘92 complice anche lo stile di gioco iper offensivo del Matelica. A testimoniare il grande potenziale sotto porta dei padroni di casa sono i numeri: nell’ultimo mese hanno rifilato 4 gol al Padova capolista e due manite al Legnago ed alla Fermana, entrambe finite 5-1 per i ragazzi di Colavitto.

I PRECEDENTI Sono 2 i precedenti per i rossoblu al Comunale di Matelica, col bilancio di una vittoria ed un pareggio per la Samb. In entrambe le occasioni, i match si giocarono in Serie D e a difendere i pali biancorossi vi era Tommaso Nobile, attuale estremo difensore rossoblu. Un girone fa i biancorossi espugnarono 3-2 il “Riviera”, riuscendo a rimontare l’iniziale vantaggio di Angiulli grazie ai gol di Balestrero, Pizzutelli e Moretti.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.