GROTTAMMARE – Luci blu a Palazzo Ravenna di Grottammare per “illuminare” la Giornata mondiale della Consapevolezza dell’Autismo che ricorre venerdì 2 aprile.

L’iniziativa è alla sua quattordicesima edizione, la Giornata fu infatti istituita nel 2007 dall’Assemblea delle Nazioni Unite come ricorrenza per richiamare l’attenzione di tutti sui diritti delle persone nello spettro e delle loro famiglie.

Intanto, dall’Ambito territoriale sociale 21 comunicano che è in corso il bando regionale per la concessione di contributi alle famiglie con persone con disturbi dello spettro autistico, Anno 2021.

La normativa prevede che le domande complete della documentazione richiesta devono essere presentate dalle famiglie entro il 10 maggio ai Comuni di residenza, i quali entro il 20 maggio provvederanno all’inoltro all’Ats 21. I benefici riguardano le spese sostenute per gli operatori specializzati che effettuano interventi educativi/riabilitativi basati sui metodi riconosciuti dall’Istituto Superiore della Sanità.

Per maggiori info: Ambito Territoriale Sociale 21 – Bando Regionale per la concessione di contributi alle famiglie con persone con disturbi dello spettro autistico – Anno 2021 (comunesbt.it)

Anche quest’anno, dunque, alcuni dei monumenti più importanti del mondo si tingeranno di blu, il colore scelto dall’Onu per connotare lo spettro autistico.

L’atrio della sede municipale si accenderà nelle serate di venerdì, sabato e domenica prossimi per testimoniare la vicinanza della città di Grottammare alle famiglie che combattono contro la sindrome dello spettro autistico, sensibilizzare i cittadini, bambini, ragazzi e adulti, ad accrescere la conoscenza sul tema, favorendo la qualità dell’inclusione scolastica e sociale, e sostenere la ricerca scientifica negli studi sulle cause di questa disabilità, cause ancora in larga parte sconosciute.

L’autismo è un disturbo complesso dello sviluppo cerebrale caratterizzato da difficoltà nell’interazione sociale e nella comunicazione. Secondo gli studi nazionali emersi nell’ambito del “Progetto Osservatorio per il monitoraggio dei disturbi dello spettro autistico” , istituito nel 2016, co-coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e dal Ministero della Salute, si stima che in Italia il disturbo colpisca 1 bambino su 77 (età 7-9 anni), con una prevalenza maggiore nei maschi di 4,4 volte in più rispetto alle femmine.

A livello internazionale, la prevalenza del disturbo è stimata in 1 su 54 tra i bambini di 8 anni negli Stati Uniti, 1 su 160 in Danimarca e in Svezia, 1 su 86 in Gran Bretagna. In età adulta, pochi studi sono stati effettuati e segnalano una prevalenza di 1 su 100 in Inghilterra. Va ricordato che per comprendere la diversità delle stime di prevalenza è necessario considerare anche la variabilità geografica e le differenze metodologiche degli studi da cui tali stime originano. (fonte: Ministero della Salute/scheda Autismo).

 

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.