SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nonostante l’emergenza Coronavirus, la fascia costiera-collinare del Piceno ha vissuto trenta giorni, quasi, di aria cinetelevisiva.

Parliamo, ovviamente, del film Rai “Digitare il codice segreto”. Riprese ormai giunte al termine, oggi martedì 30 marzo ultimi ciak alla Palazzina Azzurra dopo tante riprese girate in varie location di San Benedetto e anche alla Villa Nicolai di Centobuchi di Monteprandone.

In attesa della messa in onda, prevista per dicembre 2021, primi bilanci.

“Marche Film Commission-Fondazione Marche Cultura – si legge in una nota diffusa dall’Ente – ha dato tutto il supporto necessario in un momento delicato come questo, per la ricerca di location, maestranze ed ospitalità per gli attori e la troupe, affiancata dall’Assessorato al Turismo del Comune di San Benedetto del Tronto, capitale della Riviera delle Palme che torna così ad essere lo scenario di una produzione televisiva dopo la fiction Scomparsa diretta sempre da Fabrizio Costa”.

Alcune considerazioni, a caldo, dagli amministratori locali.

“Anche questa esperienza che ha visto la città fare da sfondo ad un set volge al termine. Ero sicuro che San Benedetto e i suoi abitanti avrebbero accolto con calore e affetto la troupe – dice il sindaco Pasqualino Piunti – e, nonostante i limiti imposti dal momento che viviamo, so che è andata proprio così. Ora attendiamo con impazienza di vedere il risultato di queste settimane di lavoro“.

Attraverso le immagini proposte dalle fiction passa tanta parte della promozione di un territorio sostiene convintamente il vicesindaco e assessore al turismo della cittadina rivierasca Pierluigi Tassotti – L’amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo la proposta della produzione e di Marche Film Commission preoccupandosi di assicurare le migliori condizioni logistiche per il buon esito dell’operazione che, ne siamo certi, produrrà benefici effetti sull’immagine di San Benedetto del Tronto“.

Esprime soddisfazione anche il sindaco di Monteprandone Sergio Loggi: “Per l’Amministrazione di Monteprandone è motivo di vanto che, tra tante prestigiose ville presenti nel Piceno, sia stato scelto un luogo storico e altamente simbolico per il nostro territorio come Villa Nicolai. Grazie al regista, alla produzione, agli attori, alla troupe e a Marche Film Commission-Fondazione Marche Cultura per aver coinvolto anche Monteprandone. Ci auguriamo che i nostri paesaggi collinari, le bellezze storiche presenti nel borgo e i nostri prodotti enogastronomici possano essere stati d’ispirazione per future produzioni televisive e cinematografiche“.        


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.