FERMO – Riportiamo e pubblichiamo una nota stampa, giunta in redazione il 29 marzo, della Questura di Fermo.

Il fine settimana appena trascorso ha visto ancora i costanti controlli delle Forze di polizia e delle Polizie Locali nei comuni della costa fermana finalizzati sia alla verifica del rispetto delle disposizioni a contrasto della diffusione della pandemia sia alla prevenzione dei reati.

Sulle nostre strade, pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto ed operatori delle Polizie Locali di Fermo, Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio.

Nel corso di due giorni di attività, da tutte le forze in campo sono state controllate complessivamente più di 200 persone e sottoposti a verifica oltre 130 veicoli, nei confronti dei conducenti dei quali sono state elevate 8 sanzioni al codice della strada, mentre il personale della Polizia di Stato, negli stessi giorni, ha controllato 320 persone e 180 veicoli.

Più di 50 le attività commerciali controllate, senza rilevare anomalie relative al rispetto delle stringenti norme determinate dalla zona rossa.

In merito alla violazione delle norme anti-Covid, sono state una decina le sanzioni elevate principalmente per l’inottemperanza del divieto di spostamento tra comuni e del divieto di assembramento; tra queste, le tre sanzioni comminate da militari dell’Arma dei Carabinieri a Lido Tre Archi nei confronti di altrettanti soggetti che erano stati segnalati a banchettare sulla spiaggia senza rispettare la prescritta distanza interpersonale o quelle della Polizia di Stato nei confronti di automobilisti identificati nel corso dei posti di controllo su strada e provenienti principalmente dal maceratese senza avere un giustificato motivo per il loro spostamento.

Ed i controlli su strada e nelle zone di aggregazione hanno portato al rinvenimento, anche questa volta, di sostanze stupefacenti per uso personale.

Infatti, la Guardia di Finanza ha proceduto al sequestro, a carico di un giovane, di un grammo di sostanza stupefacente del tipo hashish detenuta per uso personale; il ragazzo è stato segnalato alla Prefettura di Fermo.

La Volante della Polizia di Stato, ha proceduto ad accertamenti nei confronti di un trentenne civitanovese in transito nel quartiere di Lido Tre Archi; il giovane, con precedenti per l’uso di droghe, è stato sottoposto ad un approfondito controllo a seguito del quale, nei calzini, sono state rinvenute due piccole dosi di sostanza stupefacente del tipo cocaina che il ragazzo ha ammesso di detenere per uso personale.

Droga sequestrata ed il trentenne segnalato alla Prefettura.

Oltre alla identificazione di persone, particolare attenzione è stata rivolta alla sicurezza di piazze ed aree oggetto di segnalazione per la presenza di situazioni di degrado e di soggetti disturbanti la serenità dei cittadini. Tra queste, Piazza Fratelli D’Angelo a Porto Sant’Elpidio presso la quale è stato identificato uno straniero quarantenne sprovvisto di documenti di identità.

L’uomo, accompagnato in Questura e fotosegnalato dalla Polizia Scientifica, è risultato clandestino sul territorio nazionale e il personale dell’Ufficio Immigrazione ha proceduto a notificargli il decreto di espulsione del Prefetto e l’ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale.

I controlli disposti dal Questore della provincia di Fermo proseguiranno senza sosta per garantire la serenità e la sicurezza di tutti i residenti nella nostra provincia e saranno ancor più implementati nel prossimo periodo pasquale, ancora in zona rossa, per contrastare ogni comportamento illegittimo che favorisce la diffusione del contagio e mette a rischio la salute di tutti i residenti.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.