FERMO – La nuotatrice sambenedettese Elena Capretta si è qualificata per i campionati italiani assoluti di nuoto che si disputeranno a Riccione dal 31 al 3 aprile. L’atleta della Poolnuoto Sambenedettese, infatti, ha letteralmente demolito i suoi record personali, facendo registrare le due nuove migliori prestazioni regionali assolute.

Nella due giorni di Fermo, infatti, la diciottenne ondina rivierasca ha fermato i cronometri sul tempo di 27”00 (precedente record 27”66) nei 50 metri farfalla, mentre sui 100 dello stesso stile ha migliorato il suo record, portandolo da 1’01”09 a 1’00”76. Due miglioramenti notevoli che hanno inorgoglito i suoi allenatori Andrea Benedetti e Valeria Damiani, soprattutto pensando che i tempi precedenti erano stati realizzati poche settimane prima alla Coppa Brema di Fermo.

«Dopo un lungo periodo di lockdown – dice la giovane nuotatrice – nel corso del quale abbiamo prevalentemente svolto allenamenti video, siamo riusciti a tornare in piscina e non vedevamo l’ora di farlo. Ovviamente dobbiamo rispettare tutti i protocolli sia per i dispositivi da indossare che per le distanze».

Elena Capretta, che è studentessa al Liceo delle Scienze Umane con un ottimo rendimento scolastico, nuota da quando aveva sei anni, esordendo nelle prime gare ufficiali con la Cogese, allenata da Walter Coccia e da Erika Coccia, per giungere tre anni fa alla Poolnuoto Sambenedettese. Ha già conquistato il tempo necessario per l’ammissione agli Assoluti nei 50 e 100 farfalla, gare nelle quali ha buone chance per ben figurare alla kermesse tricolore di aprile.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.