ANCONA – Ambulanze bloccate al pronto soccorso fino a sei ore per smaltire i casi Covid e catena del 118 che rischia di bloccarsi. E’ il quadro della Sanità Marchigiana che fa “Il Fatto Quotidiano” in questo articolo, pubblicato nella giornata di ieri, 9 marzo. (CLICCA QUI PER LEGGERLO). 

“Il sistema sanitario è a un passo dal collasso” con le terapie intensive ormai piene (103 i ricoverati secondo l’ultimo bollettino di cui 23 a Torrette) e gli altri reparti altrettanto congestionati, con 755 posti letto occupati in tutta la Regione, di cui 124 nei pronto soccorso” scrive il giornale. Che va oltre, sentendo gli operatori sanitari della nostra regione.

“Quasi il 100% dei tamponi che processiamo presenta l’impronta della variante ‘inglese’; di quella originaria, la cinese, ne vediamo soltanto casi sparuti” riporta come dichiarazione dei sanitari il Fatto, che parla anche di scelte talvolta terribili che si stanno compiendo in questi giorni negli ospedali marchigiani: “Se si deve scegliere chi ricoverare, si ricovera il più giovane, in questa nuova ondata l’età media degli ospedalizzati con covid si è notevolmente abbassata , arrivano tanti 40 enni o 50 enni, spesso senza patologie pregresse”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.