PEDASO – “Un altro malfattore di origini pugliesi e’ incappato nella rete dei carabinieri della Compagnia di Fermo, questa volta in quella dei militari della Stazione di Pedaso”.

Così, in una nota stampa diffusa il 3 marzo, dal Comando Provinciale di Fermo: “Il furbastro, in questo caso, aveva simulato una vendita di calzature sul noto sito di vendite online e, con artifici e raggiri, si era fatto accreditare su una carta Poste Pay a lui riconducibile, la somma di 430 euro da una ignara cliente residente ad Altidona. Poi, dopo l’avvenuto accredito, era sparito nel nulla senza spedire la merce pattuita. All’esito di minuziosi accertamenti su documentazione bancaria ed analisi di tabulati telefonici, pero’, i carabinieri di Pedaso sono riusciti ad identificarlo compiutamente, per poi deferirlo alla Procura di Fermo, in stato di liberta’ per il reato di truffa”.

“L’ennesima denuncia effettuata dai militari di Pedaso, come gia’ stigmatizzato nei giorni scorsi, documenta quanto sia attuale il fenomeno delle truffe online in un periodo cosi’ critico e delicato come quello che stiamo vivendo a causa del Covid. Allo stesso tempo, pero’, dimostra quanto sia alta il livello di attenzione che l’arma dei carabinieri, nel suo quotidiana impegno in difesa del cittadino, mantiene anche nei confronti di questo odioso reato – si legge nel comunicato – L’invito per tutti e’ sempre lo stesso: massima attenzione ai facili acquisti online, per evitare brutte sorprese”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.