CUPRA MARITTIMA – Come preannunciato dal sindaco Alessio Piersimoni nell’ultimo Consiglio Comunale del 2020, è arrivata la conferma ufficiale del contributo Regionale di 60 mila euro che siamo riusciti ad intercettare per l’attuazione di progetti di introduzione del sistema di tariffazione puntuale. Il progetto che l’attuale Amministrazione Comunale intende attuare per la realizzazione di tale obiettivo è l’introduzione sul territorio comunale di isole ecologiche intelligenti”.

Così in una nota diffusa il 2 marzo il vice sindaco di Cupra Marittima, Lucio Spina: “Queste isole ecologiche sono dette intelligenti perché permettono al cittadino di avere contezza del totale dei rifiuti indifferenziati e differenziati che produce, all’Amministrazione, in collaborazione con il gestore PicenAmbiente, di poter avere un riscontro sia sulla quantità che sulla qualità dei rifiuti prodotti al fine di poter attuare politiche premiali per i cittadini virtuosi”.

“Siamo convinti che la raccolta porta a porta (P.A.P. 2.0) abbia contribuito enormemente ad aumentare nei cittadini la sensibilità verso la problematica dei rifiuti e ad aumentare in essi il senso di responsabilità verso l’ambiente. Ora però è arrivato il momento di dare al cittadino quello che gli era stato promesso al momento dell’attivazione del sistema P.A.P. 2.0, e cioè la ormai famosa tariffazione puntuale – afferma il vice sindaco – D’altronde il nuovo metodo tariffario introdotto dal 2020, con l’entrata in scena nel mondo della raccolta rifiuti dell’Arera, esplicita proprio nelle linee guida della Delibera 443/2019 come obiettivo primario quello di far pagare di più chi più inquina”.

Nella nota si legge: “Tali isole sono anche totalmente videosorvegliate e questo ci darà uno strumento in più per poter combattere la problematica dei rifiuti abbandonati da parte di persone incivili e maleducate. Le isole ecologiche inoltre danno la possibilità di conferire i rifiuti H24 permettendo ai turisti e ai proprietari di seconde case, che vengono a Cupra Marittima solo nei weekend, di depositare correttamente e liberamente i rifiuti anche nei giorni dove non è prevista la raccolta P.A.P”.

“Gli uffici tecnici stanno già lavorando alla stesura di un progetto di fattibilità su tutto il territorio comunale ma contiamo di partire con la sperimentazione entro l’estate del 2021 – conclude Spina – Un ringraziamento particolare va al Presidente della Provincia e allo staff tecnico dell’Ata per la collaborazione, ed anche al gestore PicenAmbiente con cui, siamo certi, ci sarà piena cooperazione per il raggiungimento dell’obiettivo principale e cioè la tutela del decoro urbano, per fare di Cupra Marittima un gioiello della costa marchigiana, sempre più bella ed accogliente”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.