CUPRA MARITTIMA – Il Comune di Cupra Marittima sta portando avanti, in qualità di ente capofila, un progetto per la promozione di metodi di pesca sostenibile di due importanti specie commerciali: la lumachina di mare e la seppia.

Il progetto coinvolge almeno 20 operatori della piccola pesca artigianale operanti nei comuni del Flag Marche Sud (Cupra Marittima, Porto San Giorgio, Pedaso, Grottammare e San Benedetto) e viene coordinato da Blue Marine Service, società con sede a San Benedetto che si è aggiudicata l’incarico di consulenza scientifica, monitoraggio e coordinamento generale del progetto.

Assieme al partner scientifico gli esiti verranno utilizzati per analisi sullo stato della biodiversità e sulla diffusione di eventuali specie aliene nei nostri mari, oltre a coinvolgere direttamente gli operatori dei cinque comuni sugli effetti derivanti dall’uso di metodi e tecniche di pesca che aiutano la sostenibilità dell’eco sistema Marino.

Venerdì 26 febbraio, nel rispetto delle norme per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, alla presenza del Vicesindaco di Cupra Marittima con delega alla pesca Lucio Spina, del Comandante del locale Ufficio Marittimo Primo Maresciallo Np Antonio Di Somma, del rappresentante della Blue Marine Service e degli operatori della piccola pesca è avvenuta la consegna delle strutture apposite per la riproduzione della lumachina di mare e per la conservazione delle uova di seppia.

“Il progetto è finanziato dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca-Strategia di sviluppo locale del gruppo d’Azione costiera Flag Marche Sud dove noi, in qualità di Comune Capofila, ci siamo messi a disposizione per farci carico di anticipare le spese di acquisizione delle strutture in modo da agevolare le procedure e l’attivazione di tale progetto. Avvertiamo fortemente la necessità di sostenere, valorizzare, collaborare con gli operatori della pesca per guardare insieme il nostro mare con uno sguardo nuovo, una visione moderna che vede il nostro mare come una risorsa da salvaguardare e dove mantenere gli equilibri è ormai una necessità improrogabile per garantire un futuro sia agli operatori che all’eco sistema marino. Voglio ringraziare il direttore di Marche Flag Sud, Trevisani Sergio, l’Ufficio Ambiente del Comune di Cupra Marittima e gli operatori della piccola pesca che sono stati il braccio operativo per realizzare questo progetto di pesca sostenibile che, sono sicuro, avrà un grande impatto nel valorizzare la biodiversità marina” affermano dal Comune cuprense.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.