TERAMO – “Risultato di servizi specifici antidroga disposti dal Questore: personale della Squadra Mobile, nella decorsa, ha tratto in arresto, in città a Teramo, il cittadino albanese di anni 35 e deferito in stato di libertà la consorte, una connazionale di anni 31, per detenzione, in concorso, ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”.

Così la Questura di Teramo il 25 febbraio: “La perquisizione personale ha permesso di rinvenire, nascosti nel giubbino dell’uomo, grammi 6 di sostanza stupefacente del tipo cocaina suddivisa in 6 involucri pronti per la cessione al dettaglio a terzi. La successiva perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire ulteriore sostanza stupefacente: cocaina per un peso complessivo di grammi 84 celata all’interno del comò della camera da letto, un bilancino di precisione e la somma di denaro contante di euro 6 mila nonché materiale per il confezionamento. L’uomo è stato collocato agli arresti domiciliari a disposizione del l’Autorità Giudiziaria”.

Dalla Questura concludono: “Sempre nella mattinata, ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un italiano, di anni 39 e deferito in stato di libertà la consorte, anch’essa italiana, per detenzione, in concorso, ai fini di spaccio, di sostanza stupefacente. La perquisizione nell’abitazione dei due, sita a Martinsicuro, permetteva di rinvenire complessi grammi 46 di sostanza stupefacente del tipo eroina contenuta in 8 distinti involucri, di cui 6 già confezionati e pronti per lo spaccio tutti occultati in un’ intercapedine ricavata tra gli elettrodomestici della cucina unitamente ad un bilancino di precisione. L’uomo, con pregiudizi di polizia ed attualmente sottoposto alla misura della detenzione domiciliare è stato collocato agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.