SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La scomparsa di Gabriele Cavezzi, storico sambenedettese e persona benvoluta per la sua grande umanità, ci porta a considerare il valore della sua testimonianza non solo come intellettuale ma anche come memoria storica degli eventi che ha attraversato.

Nel documentario che proponiamo in allegato, prodotto da Luigi Maria Perotti nel 2014 nell’ambito del progetto Doc Si Gira del Comune di San Benedetto (produzione Centro Giovani Giacomo Antonini), Cavezzi è una delle voci che raccontano cosa avvenne a San Benedetto durante la Seconda Guerra Mondiale, tra armistizio, bombardamenti, sfollamento, omicidi dei nazisti, guerra partigiana e, infine, la liberazione della città, avvenuta il 18 giugno 1944.

Molto toccanti le parole di Cavezzi, fine storico ma anche estremamente popolare, in grado di rendere al meglio il sentimento di quei tempi, attraverso i suoi ricordi di bambino.

Oltre Cavezzi, vengono intervistato lo storico Luigi Melonari, il quale ricostruisce l’evoluzione di un tragico bombardamento su San Benedetto, Pietro Merlettini, partigiano, Antonio Bruni e Giuliano Chiavaroli dell’Anpi San Benedetto, Harry Shindler, soldato inglese nella Seconda Guerra Mondiale in Italia.

Assieme a Luigi Maria Perotti il film documentario è stato realizzato da Matteo Troli, Nadia Mazzarella e Lorenzo Olivieri.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.