SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La morte di Gabriele Cavezzi, apprezzatissimo storico sambenedettese e del Piceno, viene ricordata dai sindaci Pierpaolo Rossetti di Acquaviva Picena e Pasqualino Piunti di San Benedetto. Di seguito le due note di cordoglio.

A nome dell’Amministrazione Comunale di Acquaviva Picena, porgo le più sentite condoglianze alla famiglia del dottor Gabriele Cavezzi.
A lui vanno i nostri ringraziamenti per il grande lavoro svolto e la passione che ha sempre dimostrato e che hanno portato l’Amministrazione Comunale a conferirgli la cittadinanza onoraria, con Delibera di Consiglio Comunale numero 10 del 24 aprile 2013, quale riconoscimento per il valore socio-culturale della sua attività di ricerca storica.

Pierpaolo Rossetti

La perdita di Gabriele Cavezzi rende più povera questa città perché lui ne ha incarnato l’anima più autentica, quella di una comunità semplice ma determinata a costruire il proprio futuro. Cavezzi ha saputo acquisire, con metodo e applicazione affinate negli anni, elevate competenze in tantissimi campi e in tutti ha eccelso perché il suo approccio alle questioni è stato sempre improntato al massimo rigore nell’approfondimento. È stato così nella ricerca storica, nello sport, nella politica.

Ha dato lustro a questa città esaltandone la storia e la cultura a livello nazionale e anche fuori dai confini italiani, è stato protagonista della nascita e dello sviluppo del nostro ospedale, è stato membro della ristretta cerchia di tecnici della grande atletica leggera. Ovunque si è guadagnato stima e rispetto, e con la stessa riconoscenza oggi la città gli dà il commosso saluto.

Pasqualino Piunti


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.