SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Decisione sorprendente del designatore arbitrale di Serie C che per la gara Modena-Samb, in programma domenica prossima allo stadio Braglia, ha indicato nell’arbitro Luigi Carella di Bari il direttore di gara. Nulla di strano se non fosse che poco più di un anno fa Carella fu protagonista, ai danni della Samb, di uno degli errori arbitrali più clamorosi nei confronti dei rossoblu.

Carica al portiere e in fuorigioco. Aia “sotto inchiesta”. Samb oramai un “caso” da affrontare

Era il 3 novembre 2019, sulla panchina rossoblu c’era sempre Paolo Montero: fino ad una settimana prima la formazione della Samb aveva dato spettacolo in Serie C, ma dopo la direzione a senso unico dell’arbitro Sala di Palermo nella domenica precedente in Samb-Virtus Verona 1-2, a Reggio accade altrettanto. Rossoblu in vantaggio fino a due minuti dal termine, raggiunti e al 96′ Scappini (oltretutto in fuorigioco) carica platealmente il portiere Fusco, spostandogli un braccio con una mano protesa. Persino i giocatori reggiani non esultano, convinti che il fischio riguardi la carica al portiere, ma Carella indica la rimessa da centro campo.

Vibranti le proteste in campo e dell’allora presidente Franco Fedeli, e Carella fermato per tre turni a causa dell’errore imperdonabile.

Rinominare Carella per un’altra gara della Samb per di più, come allora, sempre in terra emiliana, non sembra una scelta assennata perché in qualsiasi caso l’arbitro rischia di esserne condizionato. Tanto più perché, come allora, anche questa Samb viene da una serie di direzioni arbitrali in trasferta (Fermo e Mantova) davvero difficili da giudicare.

Per concludere, tra gli assistenti vi è Giuseppe Di Giacinto della sezione di Teramo, e Giulio Basile di Chieti, mentre il quarto assistente, Tommaso Zamagni, è di Cesena.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.