TERAMO – “Oltre 26 mila confezioni di integratori alimentari di lattoferrina sono stati sequestrati dai Carabinieri del Nas di Pescara in un magazzino di una ditta di farmaci in provincia di Teramo. Gli integratori venivano fatti produrre da terzi con il marchio dell’azienda: il foglietto illustrativo conteneva informazioni difformi da quelle riportate nell’etichetta notificata al Ministero della Salute”.

Lo rende noto l’Arma abruzzese tramite nota diffusa il 19 febbraio: “Nel corso degli accertamenti, i militari per la tutela della salute hanno appurato che il prodotto vantava l’attribuzione di proprietà di prevenzione e cura non consentite per gli integratori alimentari, in quanto alimenti. Infatti, il foglietto illustrativo consigliava l’assunzione di dosi giornaliere di lattoferrina, fino a 1000 mg, molto superiore al limite consentito dalle linee guida ministeriali che ammettono invece un massimo di 200 mg”.

Concludono dall’Arma: “Tutto il quantitativo rinvenuto è stato sottoposto a sequestro amministrativo per un valore complessivo di circa 700 mila euro. Proseguono le indagini del Nas per rintracciare ulteriori confezioni già commercializzate in ambito nazionale. Il responsabile è stato segnalato alle autorità sanitaria e amministrativa”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.