SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna l’appuntamento con “Cuore da Ex”, la rubrica curata da Mauro Scipioni con videointerviste ai calciatori della Samb del passato recente o più vicino.

Stavolta è il turno di Beppe Manari, numero 10 rossoblu degli Anni Novanta, dal 1990 al 1993: con la maglia della Samb ha vinto un campionato di C2, una Coppa Italia di Serie C e ha sfiorato i play off in una formazione che vedeva ottimi calciatori come lo stesso Manari, gli attaccanti Di Giannatale, Damiani ed Esposito, un centrocampista come De Patre e poi altri giocatori come Grillo, Manari, Visi. Una formazione di tutto rispetto, purtroppo condizionata dalla gestione societaria che avrebbe condotto di lì a poco la Samb al primo fallimento della sua storia.

Manari è poi tornato a San Benedetto negli anni bui della Serie D, nel 1998-99, quando la Samb non conquistò un campionato che sulla carta pareva destinato a dominare. Con i colori rossoblu complessivamente 136 presenze e 11 gol, di cui 7 in Serie C.

Attualmente svolge il ruolo di osservatore ed è stato lui ad indicare al Novara la possibilità di acquisire il centrocampista della Samb Malotti.

Nell’intervista di Scipioni Manari ripercorre quegli anni, le curiosità e i volti della sua esperienza sambenedettese, a partire da Moreno Solfrini, capitano purtroppo prematuramente scomparso e di cui Beppe Manari ha un ricordo ancora vivo, come dimostrano le sue parole.

Carmine Esposito: la Samb, Venturato, Gaucci, e poi Batistuta, Maradona, il Trap, Edmundo, Spalletti…

Daniele Morante: “Che squadra quell’anno e quel 4-0 all’Ancona. San Benedetto è nel mio cuore”

Cuore da Ex. Cristian Pazzi, il bomber gentiluomo: “Quel rigore di Recanati, impensabile cosa accadde dopo”

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.