MARTINSICURO – “Era stata sottoposta recentemente al provvedimento coercitivo del ricovero provvisorio presso una struttura psichiatrica emesso dal Gip Roberto Veneziano in applicazione del codice rosso, a seguito delle indagini da parte dei Carabinieri di Martinsicuro che riguardavano una 50enne del posto responsabile di maltrattamenti in famiglia ed estorsione, dopo la denuncia della madre e del fratello conviventi, a causa dei comportamenti violenti assunti in casa, che creavano un vero e proprio clima di terrore tra le mura domestiche. Questa volta i militari truentini hanno eseguito l’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in luogo di cura, emessa dallo stesso Giudice, per cui hanno trasferito la donna, con un’autoambulanza, da Giulianova in Provincia di Savona presso un’idonea struttura”.

Si apre così la nota stampa diffusa il 18 febbraio dalla Compagnia di Alba Adriatica.

Qui il nostro articolo precedente

Maltratta madre e fratello, fermata 50enne a Martinsicuro e ricoverata in Psichiatria

Dall’Arma dichiarano: “I maltrattamenti erano divenuti oramai all’ordine del giorno e rendevano la vita difficile al limite della sopportazione. Le esplosioni di aggressività verbale e fisica ai danni dei congiunti conviventi erano finalizzate a farsi consegnare somme di denaro, per le esigenze personali”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.