GROTTAMMARE – Nell’attesa di entrare nel vivo della gara per il “Borgo dei Borghi”,  la città di Grottammare conferma anche per il 2021 la partecipazione al Club dei Borghi più belli d’Italia. 

Il rinnovo al circuito nazionale si affianca a quello per “I borghi più belli d’Italia nelle Marche”. 

L’investimento sulla comunicazione mirata alla promozione turistica è un impegno più che decennale per quanto riguarda il Club de “I Borghi più belli d’Italia”, che annovera Grottammare tra i suoi membri dal 2007 (delibera di Consiglio Comunale 59 del 27 settembre 2007). 

Un obiettivo rafforzato nel 2015, con la nascita dell’associazione che riunisce le località marchigiane  tutelate dal Club, alla quale la città ha prontamente aderito (Consiglio Comunale 12 del 28 agosto 2015).  

Complessivamente, entrambi i rinnovi comportano un esborso di risorse pubbliche pari a poco più di 3 mila euro (3.080+275), in cambio di una serie di vantaggi relativamente ad attività di comunicazione specializzata  e promozione turistica in circuiti nazionali ed internazionali. 

Ne è esempio recente la partecipazione alla sfida tra i borghi più belli d’Italia che, per questa ottava edizione, si caratterizza come una gara tra le regioni della penisola dall’indiscusso ritorno di immagine. 

Il filmato in gara è stato trasmesso nella puntata di domenica 7 febbraio del Kilimangiaro ed è visibile su RaiPlay, nella sezione del programma di Rai Tre.

Più in generale, far parte del circuito dei borghi prevede il diritto ad utilizzare la denominazione e il marchio figurativo del Club in qualsiasi azione di comunicazione, promozione o pubblicità, l’inserimento nel sito internet de “I Borghi più belli d’Italia” e nella guida cartacea de “I Borghi più belli d’Italia” che, a disposizione anche degli operatori turistici, si presenta come un valido ed elegante strumento di promozione in grado di proporre itinerari di qualità e alternativi al turismo di massa.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.