SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Paolo Montero parla alla stampa, via remoto, come di consueto ormai, alla vigilia di Samb-Imolese, in programma domani alle 15 al Riviera Delle Palme. “Rientrano giocatori che non hanno giocato, che sono a disposizione, che sono la colonna vertebrale della squadra e che saranno freschi” dichiara un fiducioso Montero.

Fra turni infrasettimanali e sfide di cartello per la Samb si preannuncia un tour de force: “Per come la vedo io – dice l’uruguaiano – non c’è migliore allenamento che giocare, sarà secondo me un periodo bello questo “forcing”. Adesso è appena iniziato il girone di ritorno che è determinante”.

Il mister torna anche sulla discussa partita di Mantova, che i rossoblu non sono riusciti a vincere pur giocando mezz’ora in doppia superiorità numerica. “Io ho parlato di ansia di vincere ma era un concetto positivo, la intendo come voglia di vincere per poi, purtroppo, non abbiamo saputo come risolvere gli ultimi 20 minuti. In ogni caso ho visto che ci abbiamo provato, attaccando ma senza giocare veloci, senza trovare l’ampiezza”.

Al mister chiediamo poi se ha dei rimpianti sui cambi: “Ho pensato a mettere giocatore più offensivi come Serafino o Chacon, ma i terzini li abbiamo cambiati perché volevo l’ampiezza, sul pullman è ovvio che a volte ti vengono in mente altre soluzioni,  che magari utilizzeremo in futuro, a volte i cambi vanno bene, altre volte no”.

Sulle condizioni della squadra: “I giocatori stanno bene fisicamente e non male per niente a livello psicologico, siamo all’inizio del girone d’andata che è determinante: abbiamo una squadra di qualità e si è visto anche in 11 contro 11 a Mantova quando abbiamo cercato noi di fare la partita. Su Maxi Lopez (che domani sarà l’unico indisponibile insieme a Bacio Terracino ndr): “Ho parlato con lo staff e credo che ne abbia ancora per una settimana”.

Sull’Imolese: “Nelle ultime partite è una squadra che ha fatto punti anche con squadre importanti e una squadra che cerca sempre di giocare, portare pressing ma queste sono le partite che ci piacciono giocare, se siamo entrambe in forma sarà una bella partita”. Sul modulo: “Domani continuiamo con questo modulo (con la difesa a 3) ma tornare a 4 è possibile anche durante la partita, non lo escludo e non lo escludo per il futuro:  il mercato ha portato giocatori importanti che ti permettono di coprire più ruoli”.

Chiosa finale sulla scadenza per il pagamento degli stipendi, che è fissata dalla federazione per oggi: “Non ne so nulla, ne parleremo con i giocatori, ma non credo ci saranno problemi, l’ultima volta tutti abbiamo preso lo stipendio regolarmente”.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.