FERMO – Di seguito una nota stampa, giunta in redazione il primo febbraio, della Questura di Fermo. 

Sono proseguiti anche nel fine settimana appena trascorso i controlli di sicurezza interforze disposti dal Questore di Fermo che hanno impegnato Polizia di Stato – Questura e Polizia Stradale – Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di Porto e le Polizie Locali, per la verifica del rispetto delle disposizioni emanate per il contrasto alla diffusione dell’epidemia e per la prevenzione dei reati.

Particolare attenzione, anche questa volta nelle ultime giornate di zona Arancione, è stata rivolta ai Comuni del litorale costiero, nei quali maggiore è il rischio di assembramenti spontanei favoriti dalle buone condizioni climatiche, ma senza tralasciare anche i Comuni interni della provincia.

Nella giornata di sabato il personale impiegato ha controllato più di 150 persone e 100 veicoli, procedendo a verifiche amministrative nei confronti di 30 esercizi pubblici, ritirando complessivamente 50 autodichiarazioni inerenti gli spostamenti tra Comuni, elevando 2 sanzioni al codice della strada ed una sola sanzione per il trasferimento, in assenza delle previste cause di giustificazione, dal Comune di residenza.

Domenica 31 gennaio, sono stati effettuati numerosi posti di controllo e accertamenti presso le vie interne dei Comuni e le zone dove maggiore è la possibilità di incontro, soprattutto di giovani, al fine di contrastare la presenza di affollamenti.

Sono state identificate più di 300 persone, controllati 50 veicoli e più di 40 esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande.

Rispetto alle numerose persone presenti nelle zone del litorale, solo 7 sono state le sanzioni elevate per la violazione delle disposizioni a tutela della salute, in particolare per il divieto di spostamento tra Comuni, per il mancato utilizzo o la disponibilità dei dispositivi di protezione individuale nei luoghi pubblici e nei contatti con altre persone ed una sola nei confronti del titolare di un bar che è stato sorpreso ad effettuare la somministrazione direttamente nel locale ad un cliente.

Da oggi la nostra Regione è rientrata nella Zona Gialla ed i controlli proseguiranno anche nei prossimi giorni per garantire la serenità e la tutela della salute dei cittadini e mantenere i risultati raggiunti con l’impegno di tutti.

 


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.