PORTO SANT’ELPIDIO – “Il carniere di risultati operativi conseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Fermo, ed in particolare da quelli di Porto Sant’Elpidio, coordinati dal Luogotenente Badini, si arricchisce di un altro arresto”.

Si apre così la nota stampa diffusa il 30 gennaio dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Fermo: “I militari, infatti, nella giornata di ieri, hanno tratto in arresto un pregiudicato tunisino trentenne, già sottoposto alla detenzione domiciliare, dopo avergli notificato un’ordinanza di sostituzione di quella pena alternativa, con la detenzione in carcere. Il provvedimento, emesso dal magistrato di sorveglianza di Macerata, lo vede destinatario di una condanna definitiva alla pena della reclusione di tre anni e sette mesi, per reati attinenti allo spaccio di sostanze stupefacenti, commessi in quella provincia nell’anno 2018″.

“Dopo le formalità di rito, per l’arrestato si sono aperti i cancelli del carcere di Fermo, ove sarà ristretto per espiare la pena in una stanza di detenzione – affermano i militari – Come promesso a più riprese, l’attenzione dell’arma dei Carabinieri nella provincia di Fermo è a 360 gradi, ovunque ci siano condotte illecite da contrastare e reprimere”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.