SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo la manita rifilata al Carpi, la Samb è attesa dalla trasferta di Gubbio, contro il quale all’andata vinse 2-1 grazie al primo gol in campionato di Maxi Lopez con la maglia rossoblu. Il calcio d’inizio al “Barbetti” è in programma per sabato alle ore 15.

Gli umbri, dopo un inizio in salita che li aveva relegati in un primo momento nei bassifondi della classifica, hanno chiuso il girone d’andata in maniera positiva con 23 punti (+5 sulla zona play out). Un dato significativo è il fatto che nelle ultime 12 partite hanno perso solo con Modena e Padova, rispettivamente la 2a e la 4a forza del campionato. I ragazzi di Torrente, sono stati in grado di battere formazioni più avanti in classifica (come Mantova, Matelica e Triestina) oltre ad aver fermato sul pareggio squadre del calibro di Sudtirol, Perugia e Feralpisalò.

Nell’ultimo match è però arrivata la sconfitta contro il Modena. Al “Braglia”, i padroni di casa si sono infatti imposti per 2-0 anche se non hanno avuto vita facile: nel primo quarto d’ora di gioco gli eugubini hanno sfiorato più volte il vantaggio, costringendo l’estremo difensore gialloblu Gagno a compiere interventi importanti. Al 25’ però sono stati i canarini a sbloccare il risultato con Spagnoli e nella ripresa è arrivato il gol della sicurezza di Prezioso, bravo a rifinire in gol l’assist perfetto di Sodinha.

Ancora qualche dubbio riguardo alla disposizione in campo dei suoi da parte di mister Torrente. L’allenatore potrebbe optare per il 4-3-1-2, modulo preferito in questa prima metà di stagione. L’alternativa è lo schieramento ad “albero di Natale” (come si è visto nell’ultima gara) con Pasquato e Sainz Maza a supporto dell’unica punta Gomez. Occhio tuttavia ai cambiamenti in corso d’opera, con i tre davanti che si invertono spesso di posizione per non dare punti di riferimento agli avversari.

Gli uomini di Zironelli dovranno prestare molta attenzione a Juanito Gomez. E’ il capocannoniere della squadra con 6 centri e, visto il suo curriculum, rappresenta un vero pezzo pregiato per la categoria. Argentino, classe ‘85, quasi 400 presenze alle spalle tra i professionisti. Ha vestito dal 2011 al 2016 la maglia dell’Hellas Verona giocando da titolare sia in Serie A sia in serie cadetta. All’andata, nella sfida del “Riviera”, mise il pallone alle spalle di Nobile con un gol di testa, siglando il momentaneo pareggio ospite.

Sul fronte mercato, notizia dell’ultima ora è l’acquisto dell’attaccante classe ‘92 Francesco Fedato, in arrivo a titolo definitivo dalla Casertana. Altro nome caldo in entrata, è quello di Hamlili, centrocampista classe ’91 che attualmente non trova molto spazio con la maglia del Bari. Tra i partenti invece, c’è il nome di Gerardi (attaccante classe ‘87 autore di 3 reti in 14 presenze nella prima parte di questa stagione) che si è legato alla Cavese fino al giugno 2022.
IL PRECEDENTE risale alla stagione 2018/19 e la gara si concluse con un pareggio a reti bianche, quando sulla panchina rossoblu sedeva mister Giorgio Roselli.

L’ARBITO il direttore di gara sarà Mattia Pascarella da Nocera Inferiore (Salerno) coadiuvato dagli assistenti Orazio Luca Donato, sezione di Milano, e Francesco Valente, sezione di Roma 2.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.