FERMO – “Ulteriormente, per proseguire le attività ad alto impatto disposte dal Questore per garantire la sicurezza dei residenti della località costiera nel Fermano gli operatori della Polizia di Stato hanno proceduto alla verifica di alcuni condomini del quartiere Lido Tre Archi, sia per accertare le sigillature di appartamenti ma anche alla ricerca di situazioni di degrado o di pericolo per la sicurezza pubblica”.

La Questura di Fermo, in una nota stampa diffusa il 28 gennaio, racconta di un blitz antidroga compiuto nei giorni scorsi:Sulle scale di un condominio è stata riscontrata la presenza di un giovane straniero il quale, visti i poliziotti, è fuggito repentinamente per tornare nell’appartamento dal quale era uscito poco prima, tentando di chiuderne la porta.Gli operatori della Polizia di Stato lo hanno subito inseguito e sono riusciti ad entrare nell’alloggio dove vi erano altri due giovani connazionali nordafricani ventenni”.

“Uno dei coinquilini ha prelevato da un tavolo un involucro cercando di raggiungere il bagno per gettarlo nel wc ma è stato prontamente bloccato – si legge nel comunicato stampa – L’involucro, analizzato dalla Polizia Scientifica, è risultato contenere eroina ancora da suddividere in dosi per un peso di 35 grammi. La perquisizione del monolocale ha consentito di trovare alcune stecche di hashish per un peso di quasi 5 grammi ed il materiale per confezionare dosi per lo spaccio delle sostanze stupefacenti rinvenute”.

Dalla Questura concludono: “I tre soggetti domiciliati nell’appartamento sono stati accompagnati in Questura per essere identificati dalla Polizia Scientifica e successivamente denunciati all’Autorità Giudiziaria per il possesso ai fini di spaccio della droga, che è stata sequestrata, mentre la loro posizione sul territorio nazionale è al vaglio dell’Ufficio Immigrazione”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.