FERMO -“Nel corso dei controlli sono stati identificati due giovani tunisini residenti in altra provincia ai quali il personale operante della Polizia ha chiesto la motivazione del loro spostamento dal comune di residenza ricevendo una risposta che non giustificava la loro presenza nella zona”.

Così la Questura di Fermo, in una nota diffusa il 28 gennaio, in merito ai controlli anti-Coronavirus effettuati in questi giorni:In considerazione del tentativo degli stranieri di eludere il controllo di polizia, i due giovani sono stati sottoposti ad ispezione personale che ha portato al rinvenimento di un contenitore in plastica occultato sotto i pantaloni contenente sostanza stupefacente del tipo marijuana per quasi 2 grammi. Vano è stato il tentativo del possessore della sostanza di giustificarne la natura quale cannabis light acquistata legalmente in un negozio ma senza disporre dello scontrino di acquisto né della confezione originale”.

“Il successivo controllo della Polizia Scientifica ha confermato la natura di droga della sostanza, marijuana, che veniva sequestrata – concludono dalla Questura – Il possessore è stato segnalato alla locale Prefettura ed entrambi gli stranieri multati amministrativamente per la violazione del divieto di spostamento”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.