FERMO – “Qualcuno sta provocando forti rumori in uno chalet, forse è un ladro.”

Si apre in tale modo la Questura di Fermo, diffusa il 23 gennaio: “Alla sala operativa della Questura è arrivata, di sera, questa segnalazione ed immediatamente la Volante della Polizia di Stato si è recata sul luogo indicato, nel Fermano, per accertare cosa stesse succedendo. Arrivati sul posto in pochissimi minuti, i poliziotti hanno accertato che ignoti avevano divelto gli infissi della struttura, lato mare, danneggiandone le vetrate”.

“La stessa persona che aveva chiamato il 113 ha fornito le indicazioni per l’individuazione del soggetto che si era da poco allontanato dal posto e la Volante si è messa alla ricerca dell’uomo, successivamente identificato per un trentenne residente in Veneto ma domiciliato nel comune costiero – si legge nel comunicato stampa della Questura – Una volta fermato, gli operatori della Polizia di Stato, verificato che gli abiti presentavano alcuni strappi probabilmente causati durante l’effrazione dei serramenti, lo hanno messo alle strette e l’uomo, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha confessato di aver tentato di entrare abusivamente in quel locale senza tuttavia dichiararne il motivo. Poco dopo è giunto anche il proprietario dello chalet il quale, insieme ai poliziotti, ha effettuato il controllo all’interno, senza riscontrare ammanchi di merce”.

Dalla Questura concludono: “Il trentenne, accompagnato in Questura, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il danneggiamento aggravato dello chalet. La segnalazione del cittadino ed il tempestivo intervento della Volante hanno consentito di evitare la sottrazione di beni all’interno del locale e di identificare e denunciare immediatamente l’autore del reato”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.