TERAMO – A seguito di attività investigativa, nella giornata di ieri la Squadra Mobile di Teramo, con la preziosa collaborazione della squadra cinofili dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico di Pescara, ha tratto in arresto, in flagranza di reato, un 50enne teramano, con precedenti di polizia per reati in materia di stupefacenti”.

Così la Questura di Teramo in una nota stampa diffusa il 23 gennaio: “L’uomo, a seguito di perquisizione personale estesa al domicilio e al garage pertinente, è stato trovato complessivamente in possesso di 574 grammi di cocaina e 862 di marijuana, di materiale per il confezionamento dello stupefacente, di vari bilancini di precisione e della somma di 1.280 euro anch’essa sottoposta a sequestro. L’uomo è stato controllato nei pressi della sua abitazione, ubicata nella prima periferia cittadina, e trovato, fin da subito, in possesso di 3 involucri di cocaina, di 5 grammi ciascuno, già confezionati per la cessione a terzi e occultati nella tasca del suo giubbino”.

“La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire, occultata nel comodino della camera da letto a lui in uso, un ulteriore involucro di cocaina, del peso di 4 grammi, anch’esso già pronto per lo spaccio, e varie buste trasparenti contenenti marijuana” proseguono dalla Questura.

“All’interno del garage dell’abitazione è stata rinvenuta, sempre con l’aiuto dei due cani della suddetta unità cinofila,  l’ulteriore sostanza stupefacente suddivisa in vari involucri di vario peso  ed in particolare un  grande panetto di 530 grammi di cocaina e una busta con 660 grammi di marijuana – concludono dalla Questura – La vendita al dettaglio di cocaina avrebbe fruttato sul mercato circa 58 mila euro e la marijuana circa 9 mila euro. L’uomo è stato associato al carcere di Vasto”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.