NERETO – “Nel corso di articolato servizio di controllo del territorio, disposto dal Comando Compagnia Carabinieri di Alba Adriatica, non è sfuggita ai Carabinieri della Stazione di Nereto, un’autovettura Citroen Berlingò che percorreva una strada perpendicolare alla Sp 259, sulla quale viaggiavano due giovani. Appena raggiunta da tergo, la Citroen accelerava vistosamente la sua corsa tentando esplicitamente di sottrarsi al controllo. Inseguita per alcuni chilometri, l’autovettura sospetta veniva raggiunta e costretta a fermarsi”.

Si apre così la nota stampa della Compagnia dei Carabinieri di Alba Adriatica, diffusa il 23 gennaio: “Nel corso della successiva perquisizione veicolare i militari operanti hanno rinvenuto nel cofano della Citroen un capiente borsone contenente oltre 26 chili di sostanza stupefacente, in particolar modo 15 chili circa di hashish ed oltre 11 chili di marijuana, il tutto suddiviso in confezioni da un chilo circa”.

“I due giovani, 34enne e 42enne, entrambi di origini albanesi, residenti sulla costa vibratiana, con precedenti specifici, sono stati tratti in arresto per detenzione ingente – si legge nella nota stampa – ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sono in corso ulteriori indagini finalizzate ad accertare la provenienza e la destinazione della droga sequestrata. Agli stessi arrestati sono state contestate anche le violazioni alle norme anti-Coronavirus”.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.