GROTTAMMARE – “Segnaletica stradale ad hoc nelle aree urbane frequentate dai cinghiali“.  

L’amministrazione di Grottammare ha disposto l’installazione di una serie di pannelli di pericolo nel tratto di Sp Cuprense, a partire dall’incrocio con via Cagliata (vecchio incasato) fino a via Speranza, e su alcune vie interne all’area ex Ferriera (Cilea, Isola di Arturo, Promessi sposi, San Paterniano) prossime al Bosco dell’Allegria, area dei continui avvistamenti notturni di ungulati. 

L’iniziativa punta a salvaguardare l’incolumità pubblica e  più in generale la sicurezza urbana, nell’attesa di mettere in atto il piano di cattura e trasferimento in capo alla Polizia provinciale, concordato la scorsa settimana durante il tavolo istituzionale tenutosi in municipio e dove tutti gli enti a vario titolo coinvolti nella delicata questione (Questura, Provincia, Comune, Nucleo forestale dei Carabinieri, Asur, Atc) hanno evidenziato l’attualità del pericolo determinato dall’ingresso degli animali  selvatici in  un’area antropizzata, dove ne è esclusa la presenza (area di tipo C). 

“Come da indicazioni del tavolo tecnico, la Polizia provinciale si sta occupando del reperimento delle gabbie per la cattura dei cinghiali – dichiara il sindaco Enrico Piergallini -. Bisogna essere consapevoli che l’operazione potrebbe richiedere un po’ di tempo, per questa ragione, affinché tutti siano informati e soprattutto prestino attenzione percorrendo le strade circostanti, abbiamo deciso di apporre una segnaletica specifica prossima alle zone dove sono avvenuti i principali avvistamenti”.

Il posizionamento dei pannelli stradali di avvistamento “animali selvatici vaganti” è stato definito questa mattina, così come la richiesta di fornitura.

L’installazione avverrà immediatamente dopo la consegna dei materiali.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.