CUPRA MARITTIMA – Tempo di bilanci sulla costa picena dopo la tre giorni di esami inerenti all’emergenza Coronavirus.

Parliamo dello screening effettuato a Grottammare dal 15 al 17 gennaio rivolto ai cittadini di Grottammare, Cupra Marittima e Massignano.

Sono stati 1116 i cuprensi che hanno fatto il test: nove i casi positivi rilevati e confermati dal successivo test molecolare.

Il sindaco Alessio Piersimoni si dichiara soddisfatto: “Buon dato nonostante la trasferta. Lo screening ha dato i suoi frutti poiché sono stati intercettati nove cittadini positivi. Si sono interrotte possibilità di circolazione esponenziale del virus. Questo è l’aspetto buono dei tamponi eseguiti in quei tre giorni. Ringrazio la Regione, l’Asur, i dottori Milani e Nespeca ma anche il Comune di Grottammare per la logistica. Un plauso anche ai volontari di Protezione Civile e Croce Rossa”.

Il primo cittadino aggiunge: “Al momento sono 65 i casi positivi a Cupra Marittima, faccio nuovamente appello a prestare la massima attenzione. Nessun allarmismo ma chiedo rispetto morboso delle norme e dei comportamenti anti-Covid. Non dobbiamo recarci a casa di amici e parenti, dobbiamo farlo solo per vere e strette necessità. Quando ci si reca per queste situazioni bisogna sempre indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale”.

Piersimoni conclude: “La settimana scorsa sono stati vaccinati gli operatori e gli ospiti della casa di riposo, questa è una lieta notizia“.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.